La Nuova Ferrara

Sport

Calcio serie C

Spal, primo giorno di allenamento con mister Dossena

Spal, primo giorno di allenamento con mister Dossena

Ferrara. Caldo soffocante e afa alle stelle: al centro di addestramento G.B. Fabbri inizia la preparazione. Squadra in campo e concentrata. C’è anche il nuovo team manager biancazzurro Alessio Cirulli

08 luglio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Ferrara La Spal è reduce da una delle annate peggiori del suo recente passato: la prima parte dell’estate biancazzurra è stata caratterizzata dall’ennesima rivoluzione tecnica con vista su un futuro tutto da scrivere e con buona probabilità una discreta fetta del gruppo attuale non farà parte della prossima rosa. Ma, nonostante questo, il giorno del nuovo raduno resta sempre e comunque un’alba da non perdere per nessun motivo.

Tutti a bordo Il parcheggio del mitico centro d’addestramento spallino dedicato all’altrettanto mitico Giovan Battista Fabbri si popola alle prime ore del mattino. Mister Andrea Dossena, il direttore sportivo Alex Casella e i primi giocatori parcheggiano le loro auto attorno alle 8. In concomitanza più di un movimento si registra anche nei pressi del centro medico di via Verga, dove l’alternarsi di giocatori biancazzurri per svolgere test e visite si susseguirà per tutta la durata del giorno.

In via Copparo le prime sedute del lunedì – mattina e pomeriggio – risultano obbligatoriamente a ranghi alternati. Definirli “ridotti”, infatti, sarebbe un ossimoro, perché la presenza sui terreni in erba – e in palestra – è sempre numerosa, visti i 39 convocati al primo giorno di scuola.

Il direttore sportivo Casella passeggia attorno ai campi, naturalmente con il telefono incollato all’orecchio. Un saluto al mister, concentrato sul lavoro condiviso con i collaboratori dello staff, e via a cercare un po’ di refrigerio al piano superiore della sede, dove l’agenda degli incontri con i procuratori in ufficio resta piuttosto fitta.

Sul rettangolo verde fa un caldo assurdo e le previsioni settimanali parlano di un costante aumento della temperatura. Lo percepiscono un po’ tutti, compreso il team manager Alessio Cirulli, che però resiste in camicia nel prendere confidenza con il suo nuovo incarico.

Mister Dossena, però, non arretra di un centimetro e non cambia di una virgola il programma prestabilito per questa prima, inattesa e anticipata settimana di lavoro in città, presentando il semplice antipasto di quello che sarà la dura preparazione alla stagione agonistica. Che sarà fisico, inteso a livelli massimali (doppie sedute anche da oggi a venerdì, sabato “solo” mattutina), ma anche mentale, nella consapevolezza di trovare risposte sin da ora alla filosofia di un tecnico che ha annunciato prima, e iniziato poi, a voler costruire i risultati sin dalla prima seduta dell’anno.

Dall’Abc Anche di fronte ai giocatori più esperti (Antenucci e Bruscagin per fare due nomi, ma non solo) – dunque senza fare alcuna distinzione, come annunciato – l’allenatore arrivato dalla Pro Vercelli è partito dalle basi del pallone. Indicazioni dirette e accentuate da esempi anche coloriti, alla ricerca della precisione massima anche per un singolo stop o un successivo passaggio. Le basi, ecco. Precisione nei dettagli, tecnica essenziale curata come se si trattasse della palla inattiva più importante da preparare in una finale di un mondiale e correttivi immediatamente dispensati qua e là. Pochi sorrisi, tanta concentrazione e un approccio con il mondo Spal concreto e rigoroso.

Dossena, nel frattempo, attende di capire se almeno entro questa prima settimana il gruppo sarà un minimo sfoltito prima della partenza verso la Val Di Sole, dove i biancazzurri soggiorneranno per una decina di giorni e tra i monti (al fresco, si spera per loro) disputeranno le prime due amichevoli, contro i dilettanti del Monte Peller e con il Sassuolo di mister Fabio Grosso, ma ce ne potrebbe stare anche una terza prima del rientro in città, per vivere ancor più intensamente la fase d’approccio alle gare ufficiali. Intanto, la Spal è ripartita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA